Liposuzione

è un intervento di chirurgia plastica che consente di eliminare, per aspirazione, gli accumuli localizzati di grasso corporeo, resistenti alla dieta e alla ginnastica. Tale tecnica quindi, viene impiegata per modellare il profilo corporeo rimuovendo il grasso in eccesso da specifiche aree, quali i fianchi, l'addome, la regione trocanterica, le ginocchia, il mento, etc. La liposuzione è anche conosciuta come lipoaspirazione o liposcultura e può essere eseguita con metodo classico o con sistema ad ultrasuoni. La liposuzione non deve assolutamente sostituire la dieta. La quantità di grasso che si può asportare è limitata e determinata di volta in volta dal chirurgo, in base alle caratteristiche del paziente (mai più del 5% dell’intero peso corporeo).

L'età non riveste un'importanza particolare. Dopo l'intervento residuano cicatrici cutanee di minima estensione (pochi millimetri), collocate in corrispondenza dei solchi cutanei naturali e perciò destinate a diventare praticamente invisibili. Le smagliature non possono essere corrette con questo intervento.

L'anestesia

L'intervento può essere eseguito sia in anestesia generale che in anestesia locale con associata o meno una sedazione. La scelta dipende da vari fattori: la quantità di grasso da asportare e la durata dell'operazione.

L'intervento chirurgico

L'intervento chirurgico di liposuzione prevede un'infiltrazione dell'area da aspirare, l'inserimento attraverso una minuscola incisione, di circa tre mm, di una piccola cannula collegata ad un apparecchio che produce vuoto (aspiratore). Questa cannula, con un'azione meccanica, rompe il tessuto adiposo e lo aspira attraverso dei fori presenti sulla sua punta. Si procede prima allo scollamento iniettando contemporaneamente della soluzione fisiologica fredda in cui è diluito un farmaco vasocostrittore e anestetico locale. Dopo pochi minuti inizia l'aspirazione del grasso. Viene effettuata alla fine una medicazione compressiva e subito dopo si fa indossare al paziente una guaina contentiva che ha la funzione di fare aderire i tessuti scollati durante l'intervento, evitando la formazione di notevoli ematomi o sierosi e di modellare il nuovo profilo.
Oltre alla tecnica meccanica, la medesima procedura può essere eseguita utilizzando  un'apparecchiatura ad ultrasuoni o laser. Il tempo richiesto per eseguire una liposuzione varia evidentemente a seconda della quantità di grasso da asportare, del numero di aree da trattare e dalla tecnica scelta dal chirurgo.

Ogni aspetto dell'intervento o trattamento va sempre approfonditamente esaminato caso per caso e discusso con il chirurgo in sede di consultazione. 

Il post-operatorio

Il fastidio nel post-operatorio sarà presente per alcuni giorni e ben controllato dalla terapia farmacologica. L'edema è notevole, soprattutto nei primi giorni. La guaina dovrà essere indossata per almeno un mese, al termine del quale, il gonfiore si sarà ridotto, le ecchimosi saranno quasi totalmente scomparse e il nuovo profilo corporeo potrà essere visualizzato. Si raccomanda di non stare troppo in piedi, di mantenere quanto più possibile gli arti inferiori distesi. Nessuna attività sportiva per almeno 1 mese. Evitare di esporsi al sole o lampade fino alla scomparsa delle ecchimosi. In alcuni casi il gonfiore può persistere anche per 6 mesi (maggiore saranno le zone trattate ed il grasso rimosso e maggiore sarà l’edema post-operatorio).

Complicanze

La liposuzione è una procedura chirurgica sicura e, se eseguita in sala operatoria, i rischi di eventuali complicanze, quali l'infezione, saranno molto bassi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Giorgio Giovannelli, Sede Sociale e Legale: Via della Mendola 85, 00135 Roma